Microsoft: ecco perché l’Update di Windows 10 cancellava i file degli utenti

 

 

 

L’annuncio è arrivato direttamente da Microsoft tramite il loro blog ufficiale. Il problema si verificava in quei sistemi nei quali l’utente aveva adoperato la funzionalità reindirizzamento delle cartelle in inglese known folderr redirection  ma i file erano comunque rimasti nelle cartelle originarie del sistema. Questo processo permette di spostare le cartelle personali dell’utente, come Desktop, Documenti, Download etc,  in una nuova posizione rispetto a quella predefinita. Così facendo la vecchia posizione in teoria  resta vuota. Microsoft ha pensato di poter incaricare l’October Update di eliminare quelle cartelle non più adoperate e quindi quelle vuote.

La cosa però non ha funzionato come ci si aspettava: il sistema non ha verificato che le cartelle da eliminare fossero effettivamente vuote  cancellandole quindi tutto insieme al loro contenuto.

In ogni caso, ora il problema dovrebbe essere in via di risoluzione «Abbiamo indagato a fondo sulle segnalazioni e sviluppato delle soluzioni che risolvono tutti gli scenari, per cui la posizione originale delle cartelle e il suo contenuto dovrebbero restare intatti» dicono adesso da Microsoft Redmond.